Robinia pseudacacia

Robinia pseudoacacia L. è un albero della famiglia delle Leguminose originario dell’America Nord-orientale. Introdotta in Europa nel 1601 (Fenaroli, 1974), si è rapidamente diffusa grazie alla estrema adattabilità ai diversi ambienti pedo-climatici, alla velocità di crescita ed al carattere pollonifero. Oggi è naturalizzata su tutto il territorio nazionale ed in particolare nei luoghi abbandonati, siepi, argini ove si presenta utile per la stabilizzazione dei pendii scoscesi e la prevenzione dei fenomeni erosivi. Dove si insedia manifesta carattere invasivo nei confronti delle associazioni vegetali autoctone.

La scelta della Robinia per le attività di monitoraggio fenologico è motivata dalle seguenti ragioni:

  1. si tratta di una specie già oggetto di rilievi fenologici, in quanto inclusa da tempo nella lista dei giardini fenologici, sia nazionali che internazionali, il che rende disponibili serie storiche di dati per la calibrazione dei modelli Iphen;
  2. è facile da reperire e da riconoscere;
  3. è importante per la produzione di miele (il famoso miele di Acacia);
  4. presenta una certa importanza per la produzione di ottima legna da ardere e più in generale di biomassa legnosa.

I dati, acquisiti localmente, in 1-2 siti per rilevatore, saranno rilevati su un numero di individui sufficientemente rappresentativi (almeno 10 per stazione).

Le stazioni di rilevamento dovranno essere scelte in modo tale da risultare rappresentative di:

  • condizioni ordinarie in termini vegetazionali, geomorfologici, pedologici e di disponibilità idrica (escludendo dunque popolazioni collocate in zone che presentano situazioni microambientali e microclimatiche troppo spiccate);
  • area relativamente ampia.