Riflessioni su Scienza e Società – Seminari

E’ iniziato il 4 marzo scorso, con il titolo: “Il ruolo della Scienza in un mondo fragile”  relatore Vincenzo Balzani dell’Università di Bologna,  il primo dei 18 seminari previsti nel corso interdisciplinare “Riflessioni su Scienza e Società”  presso l’Aula Magna del Dipartimento di Chimica “G. Ciamician” , in via Selmi 2.

I seminari, che si terranno nel periodo marzo-maggio 2010, ogni martedì e giovedì dalle 17 alle 19, aperti a studenti, dottorandi, docenti ma anche ai cittadini, hanno lo scopo di gettare ponti tra la cultura umanistica e quella scientifica, ed aiutare a riflettere sull’importanza e sui limiti della scienza, in un mondo sempre più globalizzato e con risorse ogni giorno più scarse, dove la giustizia sociale è sempre più lontana dal vedersi realizzata.

Il calendario completo dei seminari è consultabile al sito:
http://www.scienze.unibo.it/NR/rdonlyres/E2FA8DBB-550C-42AF-B4D2-E361685F4FCF/174885/Calendariodeiseminari.pdf

Al termine di ogni seminario inserirò un breve sunto di quanto trattato.

Tag: ,

Un Commento a “Riflessioni su Scienza e Società – Seminari”

  1. Salvatore Caiazzo ha detto:

    “Il ruolo della Scienza in un mondo fragile” – Vincenzo Balzani
    Scienza e morale, scienza ed etica.
    Immaginiamo la Terra come un’astronave, un luogo chiuso dove le risorse si esauriscono.
    L’uomo, da Newton a Galileo, si è spinto a far domande alla natura, con le scienze ha espanso le sue conoscenze attraverso la diversificazione dei settori di interesse.
    E’ avvenuta una frattura tra le due culture, umanistica e scientifica, umanisti rivolti al passato, gli scienziati al futuro, ma tutti e due indispensabili.
    La scienza spiega il COME ma non il PERCHE’, non può dare risposte di senso.
    La scienza educa alla democrazia: oggettività, dubbio, confronto, collaborazione, scambio di idee.
    Lo scienziato è una persona più curiosa delle altre, innesca un meccanismo del tipo:
    curiosità
    esperimenti (domande alla natura)
    risultati (risposte)
    conoscenza
    stupore ( e si ritorna alla curiosità)
    Ogni scoperta genera più domande di quelle a cui ha dato risposta.
    La scienza utilizzata anche per distruggere E=mc2 la trasformazione della materia in energia, esempio della bomba atomica.
    Enorme differenza tra paesi poveri e paesi ricchi, naturale tendenza di chi avendo difficolta’ nei paesi poveri tenda a “cambiare compartimento” e andare nei paesi più ricchi.
    Problemi di sostenibilità sociale.
    Sostenibilità ambientale: 1000 barili di petrolio al secondo !!
    I combustibili fossili sono in esaurimento.
    Picco del petrolio : aumento del prezzo delle benzine.
    I pessimisti avevano previsto una crisi economica tra il 2005 ed il 2010….ci siamo.
    Gli ottimisti prevedevano per il 2025-2030 instabilità economica, probabilità di guerre per ottenere fonti energetiche.
    Il 70% di tutte le riserve si trovano nell’ellisse strategica.
    1 kg di benzina produce 3 kg di CO2
    Ci sarà anche il picco del Rodio e del Litio, il primo utilizzato nelle marmitte catalitiche, il secondo nelle batterie.
    Rispetto alla terra stiamo intaccando il capitale, oggi consumiamo energia e materiali pari ad 1,2 terre. Siamo in debito.
    La disponibilità della Terra è di 1,8 ettari a persona in media, noi ne consumiamo in media 2,2 ettari.
    Azioni di contenimento possibli:
    risparmio energetico, energia solare ed altre fonti rinnovabili, l’energia elettrica prodotta in Italia è 97 GW rispetto ai picchi massimi di 57 GW che consumiamo abitualmente.
    La Francia, rispetto alle 55 centrali nucleari che ha, importa energia elettrica, per un meccanismo di maggior convenienza.
    Un esempio di centrale nucleare in costruzione: AREVA EPR Reactor olkiluoto – Finlandia, i costi sono lievitati enormemente, i tempi di consegna si sono allungati, numerose non conformità durante la costruzione.
    1 ora di luce solare arrivata sulla terra corrisponde ad 1 anno di consumi di tutti i suoi abitanti.
    Utilizzo delle energie alternative.
    Problema energetico: risparmio-efficienza-sviluppo energia solare ed altre rinnovabili (eolico (20-20-20)
    Guardare lontano nel mondo e nel tempo, senza lasciare eredità pesanti al prossimo.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento